Esercizi Commerciali e Sale d’Attesa

 

Per la salvaguardia e lo sviluppo delle opere audiovisive nell’interesse degli autori, dell’industria e del pubblico destinatario delle opere, va versato un compenso per ogni utilizzo al di fuori dell’ambito domestico.

Lo sfruttamento di un’opera tutelata da copyright a favore di un pubblico richiede dunque l’autorizzazione del titolare dei diritti, ovvero il produttore (Legge sul Diritto D’Autore 633/41 Artt. 61, 78-ter), e, laddove non autorizzata, costituisce una forma di pirateria audiovisiva sanzionabile dalla legge civilmente e penalmente ex artt.171/171-ter.

Qualunque utilizzo all’interno di una struttura aperta al pubblico va dunque autorizzato:

  • Proiezione di DVD nelle sale d’attesa
  • Offerta di cartoni all’interno di angolo bambini
  • Film d’ambiente
  • Proiezioni video durante eventi e festività

 

Motion Picture Licensing Company (MPLC) è l’ente che rilascia a livello internazionale l’autorizzazione per l’esecuzione pubblica dei contenuti audiovisivi (film, cartoni, serie Tv, documentari, ecc) per conto di oltre 850 produttori cinematografici e televisivi. La MPLC si occupa della valorizzazione e della tutela giuridica del Diritto d’Autore per tali utilizzi, con l’incarico di rilasciare le licenze e segnalare eventuali utilizzi illeciti.

L’autorizzazione è annuale e consente ai locali aperti al pubblico di offrire la visione di film ai propri clienti ad un costo contenuto e senza alcun appesantimento gestionale. La Licenza permette di proiettare legalmente le opere tratte da supporti video originali di tutti i produttori associati e senza limitazioni nella frequenza delle proiezioni.

Precisiamo inoltre che la SIAE tutela l’utilizzo del repertorio musicale e delle colonne sonore contenute nelle opere audiovisive e non l’utilizzo dei contenuti relativi all’opera.

Molte strutture non sono a conoscenza delle prescrizioni normative previste perché l’assenza in passato di questa soluzione di Licenza in Italia ha fatto sì che raramente tali utilizzi fossero monitorati dai detentori dei diritti. L’industria cinematografica non intende scoraggiare l’offerta del servizio ma promuoverne un utilizzo legale che rispetti e salvaguardi l’industria dell’audiovisivo.