Legge sul Diritto d'Autore

I film, come tutte le opere audiovisive disponibili in commercio (che siano in vendita, in noleggio o scaricate legalmente sul web), sono destinate ad un uso esclusivamente privato. Se si desidera proiettare queste opere al di fuori delle mura domestiche, occorre munirsi della apposita licenza.

La Legge Italiana sul Diritto d'Autore 633/1941 (aggiornata al 15/01/2016) illustra la disciplina dettagliatamente.

Articolo 61
1. L'autore ha il diritto esclusivo, ai sensi delle disposizioni contenute nella sezione I del capo III di questo titolo:
[…]
•   c) di eseguire pubblicamente e di comunicare l'opera al pubblico mediante l'impiego di qualunque supporto.
2. La cessione del diritto di riproduzione o del diritto di distribuzione non comprende, salvo patto contrario, la cessione del diritto di esecuzione pubblica o di comunicazione al pubblico.

Art. 78-ter
1. Il produttore di opere cinematografiche o audiovisive o di sequenze di immagini in movimento è titolare del diritto esclusivo:
[…]
•  d) di autorizzare la messa a disposizione del pubblico dell'originale e delle copie delle proprie realizzazioni, in maniera tale che ciascuno possa avervi accesso dal luogo e nel momento scelti individualmente. Tale diritto non si esaurisce con alcun atto di messa a disposizione del pubblico.
[…]

Articolo 171
[…] E' punito con la multa fino a euro 2.065 chiunque, senza averne diritto, a qualsiasi scopo e in qualsiasi forma: […]
•    b) rappresenta, esegue o recita in pubblico o diffonde, con o senza variazioni od aggiunte, un'opera altrui adatta a pubblico spettacolo od una composizione musicale. La rappresentazione o esecuzione comprende la proiezione pubblica dell'opera cinematografica, l'esecuzione in pubblico delle composizioni musicali inserite nelle opere cinematografiche e la radiodiffusione mediante altoparlante azionato in pubblico. […]
•    d) riproduce un numero di esemplari o esegue o rappresenta un numero di esecuzioni o di rappresentazioni maggiore di quello che aveva il diritto rispettivamente di riprodurre o rappresentare. […]

Articolo 171-ter
E' punito, se il fatto è commesso per uso non personale, con la reclusione da sei mesi a tre anni e con la multa fino a euro 15.493 chiunque a fini a di lucro:
•    a) abusivamente duplica, riproduce, trasmette o diffonde in pubblico con qualsiasi procedimento , in tutto o in parte, un’opera dell’ingegno destinata al circuito televisivo, cinematografico, della vendita o del noleggio, dischi, nastri o supporti analoghi ovvero ogni altro supporto contenente fonogrammi o videogrammi di opere musicali, cinematografiche o audiovisive assimilate o sequenze di immagini in movimento. […]

 

About Image